IL SJSO OTTIENE RISCONTRI POSITIVI

Che soddisfazione, quando il talento e la diligenza vengono ripagati! I riferimenti al SJSO da parte dei vari media non si fanno mancare. Giornali di calibro nazionale ed internazionale ci hanno già entusiasticamente lodato in più di un’occasione. Questo è, per noi, fonte di grande gioia e di motivazione.

ESTRATTI DALLA STAMPA

Thuner Tagblatt, 10.05.2016
Gustav Mahler: Sinfonia n. 9

Il direttore d’orchestra Kai Bumann può ritenersi soddisfatto: i suoi quasi cento giovani e talentuosi strumentisti - che si sono esibiti domenica in una vasta compagine orchestrale - hanno dimostrato una compattezza raramente udita e, nonostante le dimensioni, un’agilità ed una prontezza di reazione strabilianti.
[…] I nostri giovani sono riusciti a mantenere il loro pubblico ininterrottamente concentrato sino al finale che, con la sua grande calma, ci ha tenuto in ascolto col fiato sospeso.

Ostschweizer Kulturmagazin Saiten, 01.05.2016
Gustav Mahler: Symphonia n. 9

Bumann ha condotto con mano sicura l’apparato sonoro attraverso gli episodi altamente conflittuali ed emozionali del primo movimento. Va davvero riconosciuto, al SJSO, che tutte le sezioni dell’orchestra erano più che all’altezza del loro compito. Così come richiesto dal compositore, si sono udite distintamente le varie indicazioni come “zartgesungen”, “mit Wut”, “leidenschaftlich”, “schattenhaft” o “mit höchster Gewalt” […]. Assolutamente meritato il frenetico applauso finale per il direttore, che ha portato il SJSO, nel corso degli anni, ad un simile livello.

Schaffhauser Nachrichten, 31.10.2015
Dmitri Šostakovič: Sinfonia n. 11 in sol min. op. 103

Il SJSO è riuscito ad interpretare anche questo lavoro con grande slancio e profondità emotiva. L’estremo divario dinamico che va dal quasi inudibile fino all’esplosione, annunciata da suoni di campane, del movimento finale (di quei quattro che si susseguono senza soluzione di continuità) – sono stati resi con efficacia, ed il possente Requiem si è concluso con un travolgente tutti al rintocco d’una campana funebre. Schluss. Per qualche istante, il pubblico è rimasto seduto in silenzio […].

Neue Zürcher Zeitung, 05.05.2015
Richard Strauss: Sinfonia delle Alpi op. 64

L’orchestra – ed in particolar modo la sezione degli archi – era in ottime condizioni e ha suonato ad un tal livello, dove non bisogna certo ridimensionare le proprie aspettative. […] Kai Bumann si dimostra un educatore d’orchestra di talento.
Anima qua una sezione di strumenti, là una solista e permette ai giovani musicisti di sbocciare nel modo migliore. L’esecuzione si è rivelata un’esperienza toccante perché qui si fa musica con vero entusiasmo, perché qui si dà il cuore per la musica.

Neue Zürcher Zeitung, 21.05.2014
Witold Lutosławski: Concerto per orchestra

La prestazione del SJSO si può assolutamente paragonare a quella di un’esperta orchestra professionale […]. La musica di Lutosławski ha fornito un’ottima possibilità per tracciarne un profilo generale. I giovani hanno suonato l’ampia paletta espressiva con grande verve, mentre Bumann, con chiara direzione, incanalava la loro spumeggiante energia preparando i punti culminanti e affascinandoci con sonorità ben differenziate nei tutti. Impressionantemente accurati i fulminanti passaggi di voce presenti nel Capriccio, senz’altro anche grazie alla prontezza dimostrata dalle percussioni. Applausi euforici alla fine.

Basler Zeitung, 12.11.2013
Robert Schumann: Sinfonia n. 3 in mi bemolle magg. op. 97 «Renana»

L’orchestra ha dato una solida prestazione della sinfonia «Renana» in mi bemolle maggiore di Robert Schumann. Il direttore d’orchestra Kai Bumann ha adottato tempi incalzanti ed una ben definita, chiara accentuazione nell’articolazione degli archi […]. Il risultato è stato un’interpretazione avvincente […].

Der Bund, 07.05.2013
Anton Bruckner: Sinfonia n. 4 in mi bemolle magg. «Romantica»

[Il direttore d’orchestra Kai Bumann] si gode fino in fondo il divario dinamico dell’opera in questione e il SJSO lo segue attentissimo, accurato […], sonoro e sicuro. Alcuni passaggi, come la cateratta degli ottoni nel tema principale del primo movimento, così come la scena di caccia nello scherzo, sono risultati forse un po’ fragorosi, ma è proprio così che l’impeto della caccia ha un effetto verosimile e, per così dire, tridimensionale.

Der Bund, 15.05.2012
Piotr Il’ič Ciajkowsky: Sinfonia n. 6 in si minore op. 74 «Patetica»

La «Patetica» di Ciajkowsky è, per i suoi interpreti, una vera sfida […]: come i musicisti del SJSO ne siano venuti a capo non è solo notevole, ma anzi ci lascia col fiato sospeso mentre, con crescente stupore, venivamo trasportati dal disegno delle linee musicali […].

Grenchner Taglatt, 22.11.2011
Leoš Janáček: Sinfonietta op. 60

La direzione di Kai Bumann e l’originale linguaggio sonoro di Janàček hanno spronato il SJSO a dare una prestazione di alto livello: un’incredibile intensità dalla prima fino all’ultima battuta.

Neue Zürcher Zeitung, 08.11.2011
Franz Schubert: Sinfonia n. 3 in re magg.

Impressionante come i giovani musicisti si siano saputi immergere nella leggerezza del linguaggio sonoro schubertiano. […] Un’esecuzione vivida ed una filigrana
sonora sapientemente condotta attraverso le sue varie sfumature. Particolarmente stupefacenti gli assoli dei legni.

Tagesanzeiger, 16.05.2011
Richard Strauss: Ein Heldenleben op. 40

I musicisti si sono spinti al limite, spesso e volentieri in fortissimo, ma sempre in vigile contatto reciproco; hanno rischiato molto e vinto il più delle volte, raccogliendo più elettrizzati che stanchi i giubilanti applausi finali.

Neue Zürcher Zeitung, 22.11.2010
Johannes Brahms: Requiem Tedesco op. 45

Concentrata e calma, a tratti anche acuta l’interpretazione del SJSO del Requiem tedesco di Brahms, la quale, per la ricercata purezza e l’attenta rifinitura, non devono certo temere il confronto con la maggior parte delle orchestre professionali.

Bote der Urschweiz, 04.05.2010

Diversi talenti musicali provenienti da tutta la Svizzera hanno dato un concerto domenica, presso il Mythenforum di Svitto, offrendo una grandiosa rappresentazione musicale. Il SJSO ha entusiasmato gli ascoltatori con un’esecuzione d’alto livello di musica classica.

Solothurner Zeitung, 10.11.2009

Brillante concerto del SJSO. I quasi cento membri dell’orchestra hanno concluso la loro tournée in sei città svizzere con un’entusiasmante ed energica esibizione a Soletta. Il pubblico ne è rimasto affascinato.

Der Bund, 12.05.2009
Gustav Mahler: Sinfonia n. 5 in do diesis min.

Il direttore d’orchestra Kai Bumann ha diretto il complesso orchestrale con attenzione, adottando un suono trasparente ed equilibrato per i passaggi più pesanti e ottenendo il massimo dai suoi giovani musicisti. Persino dopo settanta minuti, l’ancora palpitante orchestra è riuscita ad affascinare il pubblico con uno scoppiettante finale pirotecnico.

Neue Zürcher Zeitung, 05.05.2008
Igor Stravinsky: Le sacre du printemps

Impressionante l’impegno di questi giovani per la musica. È chiaro che l’estremo virtuosismo del lavoro Stravinskiano li ha portati al limite, ma è proprio così che può nascere un’imparagonabile intensità emotiva.

St. Galler Tagblatt, 06.05.2008

Ci si stupisce di quanto sia alto il livello di questi giovani musicisti – una precisione pari a quella di un’orchestra professionale. La presente ed energica direzione di Kai Bumann ha ispirato nei giovani una travolgente gioia di suonare insieme.